Blocco immigrazione: Obama e Trump uguali?

Ma … siamo proprio ”sicuri”?

Mò, in rete, è ”ricicciata” alla grande l’ipocrisia della sinistra islamista e immigrazionista …
Per ridimensionare l’escalation mediatica negativa, che la decisione di Trump, di bloccare per quattro mesi l’ingresso a sette Paesi islamici, cercano di convincerci che Obama avesse fatto molto di peggio!
Aveva infatti proibito l’ingresso agli immigrati islamici iracheni per sei mesi.
I ”fautori” di Trump sostengono che nessuno allora era ”sceso in piazza” per protestare che e non c’era stata nessuna campagna mediatica di Tv e giornali, contro la decisione. Quindi fanno le ”vittime” e sostengono che è ingiusto colpevolizzare Trump, se solo per 4 mesi, fa la stessa cosa!

Sembra di essere all’asilo infantile! Donald Trump infatti, per giustificare il blocco dei cittadini provenienti da sette Paesi islamici ha affermato: “La mia politica è simile a quella di Barack Obama del 2011, quando proibì per sei mesi l’ingresso di cittadini iracheni in America”!

16298588_10208500585888389_2338280352330588877_n

Stessa cosa che sostiene a proposito del ”muro con il Messico” !  Dimenticandosi vigliaccamente però di dire che la fortificazione fatta costruire da Bill Clinton e che divide Stati Uniti e Messico tra San Diego e Tijuana è lunga 325 miglia, (523 chilometri); mentre quella che vuole costruire Trump è di 1.909 miglia (3.201 chilometri) ovvero la lunghezza ”totale” del confine con il Messico! Con un costo di circa 14 miliardi di dollari in più a carico del Messico!

Ma torniamo al blocco dell’immigrazione e analizziamo un pochino cosa aveva fatto Obama e per quale motivo!

Nel 2009 due iracheni vengono arrestati a Bowling Green, in Kentucky, perché accusati di essere dei terroristi. Le forze dell’ordine cominciano ad indagare sul loro passato. Iniziano ad analizzare tutte le impronte digitali presenti sugli Ied (sorta di potentissime bombe) raccolti in Medio Oriente e scoprono che l’America ha aperto le porte a due terroristi che hanno attentato alla vita dei soldati Usa in Iraq.
Si scopre così che sarebbero dozzine gli ex insurgent (combattenti iracheni contro soldati americani) presenti negli Stati Uniti. Si apre quindi il caso politico.
Il Congresso e l’amministrazione Obama impongono maggiori controlli sui 58mila iracheni presenti sul suolo americano e ordinano, nel contempo, di chiudere per sei mesi le frontiere a coloro che hanno nazionalità irachena.
Una decisione questa che creò parecchio scalpore anche perché tra i richiedenti asilo c’erano degli interpreti e delle spie che avevano aiutato gli americani durante la guerra contro Saddam Hussein.
Ma possiamo veramente asserire che la situazione di Obama e quella di Trump sono le stesse?
Prima di tutto vediamo come mai ‘sto vecchio caso ”Kentuky” è venuto di nuovo a ”galla” ed è stato servito su un piatto d’argento al popolo ”boccalone”!
Guarda caso si scopre che il primo a tirar fuori questa storia è stato Breitbart il sito dello ”Spin doctor” di Trump, Steve Bannon! Ma guarda un po’ che strano …

Dunque per sintetizzare,  Obama ed il Congresso si sono trovati in casa dei terroristi, quindi una minaccia già presente sul territorio, di conseguenza, la soluzione di bloccare gli ingressi iracheni aveva un senso! Punto!
La decisione di Trump invece non ha nessun senso, se non quello ”populistico” di far vedere il ”braccio forte” contro le popolazioni musulmane!
Non dimentichiamo inoltre che Trump ha posto il veto di ingresso a Somalia, Libia, Iran, Iraq, Yemen, Sudan e Siria lasciando liberi di movimento i cittadini dell’Arabia Saudita! Combinazione proprio quelli dell’attentato alle Torri Gemelle!
Tra l’altro, per accentuare il ”populismo becero” di Trump, a cui sono in troppi a abboccare, guardiamo chi ha commesso gli attentati che nell’ultimo anno hanno flagellato l’America … combinazione tutti gli attentatori avevano cittadinanza americana. Per esempio il caso di Rizwan Farook e Tashfeen Malik, gli attentatori di San Bernardino. E lo stesso vale per Omar Mateen, il jihadista di Orlando che ha ucciso 49 persone! Questi signori erano ”americani” a tutti gli effetti!
Sapete che cosa mi viene da pensare? Visto che non c’è spazio a questo mondo per tutti … bisogna trovare un altro ”capro espiatorio” da ”eliminare”.
D’altronde … i coloni americani avevano realizzato che era impossibile convivere con la ”mentalità”, secondo loro, retrograda dei pellirossa no? Sappiamo che fine hanno fatto questi ultimi.

I ”musulmani” non solo ci fanno ”paura” ma ci infastidiscono molto … tutti sappiamo che non c’è spazio abbastanza a ‘sto mondo, quindi la domanda è: ”CHI farà la fine dei pellerossa americani”?

Alla prossima

Elena

Blocco immigrazione: Obama e Trump uguali?ultima modifica: 2017-02-04T09:33:00+01:00da elenasaita
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento