Archivi tag: informazione

Coronavirus e l’informazione fornita a noi ‘’popollo’’ …

Da un mese ormai ogni volta che si accende una televisione, una radio, un pc, si viene immersi da informazioni inquietanti sul coronavirus!

Quarto Potere …

Tutti i giorni una notizia peggiore dell’altra. 

E i contagi che aumentano, e i morti pure, e l’economia che crolla, e le scuole che chiudono mettendo in ginocchio famiglie intere, e le fabbriche che chiudono mettendo in ginocchio l’economia, e i ristoranti che si vedono annullare prenotazioni su cui ‘’contavano’’ parecchio, e gli Hotel che si vedono disertare, e le sale cinematografiche vuote, e le manifestazioni che ‘’saltano’’ a data da destinarsi, e i supermercati che rimangano vuoti, e i paesi sigillati, e le regioni del Nord considerate alla stregua di ‘’untori’’, a tutto ciò si è aggiunto, ciliegina sulla torta,  lo sciame sismico in corso nel mar Tirreno! E che caspita! 

Poi c’è da aggiungere che noialtri, che in tutto siamo il fanalino di coda dell’Europa, per quanto riguarda i contagi invece,  siamo i ”primi” dopo la Cina!

Non è che la faccenda ci entusiasmi proprio no? Non è che il fatto di esser finalmente ”primi” in questo frangente ci riempia di orgoglio! Sarà vero il fatto che, come dice il nostro Governo, gli altri Paese se ne ”freghino” e non facciano i controlli come si deve?  Onestamente … pensate proprio che noi si sia così ”sicuri” dell’efficienza del ”sistema Italia”? Bè … fatevi una domanda e datevi una risposta.

Non parliamo poi dei venditori di ‘’mascherine’’ che sono riusciti ad approfittare di questa situazione per far ‘’quattrini’’ aumentandone il prezzo del duemila per cento! Che ‘’animi nobili’’ vero?  Grrrrr …

Ovviamente queste notizie non è che proprio instillino negli animi gioia e letizia! Quindi il cittadino medio si preoccupa e, direi,  sia una reazione normale … o no? 

Il bello è che, se ti dimostri preoccupato, trovi sempre quello che  ti riprende con sufficienza dicendo: ‘’Ma non farla tanto difficile, in fondo è solo una influenza no? Di che ti preoccupi? E poi … muoiono solo i vecchi con patologie pregresse’’! 

Quindi? Quindi devo essere contenta? Visto che ‘’muoiono’’ solo i vecchi l’INPS tirerà finalmente un sospiro di sollievo vista la sua precaria condizione economica.

Comunque, se tu Paese, vuoi che non mi ‘’preocupi’’,  smettila di darmi informazioni in modo drammatico. Se effettivamente il coronavirus altro non è se non una ”influenza” di che cosa ci stiamo preoccupando? E’ tanto contagiosa e hai paura che ti invadano le strutture sanitarie? Allora comunica alla gente che si ammala di stare a casa a letto e di curarsi come farebbe con una normale influenza e di mettersi in contatto con l’ospedale solo se si è vecchi e in condizioni di salute precarie.

Invece Cribbio!  Ogni mattina sembra un bollettino di guerra, e poi non vuoi che mi preoccupi?

Certo che sono preoccupata. E anche tanto! 

Bertrand Russel

Fa pensare questa frase di Bertrand Russel : L’isterismo delle masse non è un fenomeno che si manifesti soltanto negli esseri umani, ma può essere osservato in qualsiasi specie gregaria. Un branco di elefanti, alla vista di un aeroplano, fu preso da un folle terrore collettivo.  Ogni singolo elefante era terrorizzato e il suo terrore si comunicava agli altri, creando una vasta moltiplicazione del panico.  Tuttavia, dal momento che tra loro non si trovavano GIORNALISTI, il panico si spense quando l’aereo sparì allontanandosi nel cielo. 

Ecco … ci siamo capiti vero? 

Alla prossima

Elena 

Siamo liberi o schiavi ?  

… pensierino del mattino …‘

Ci hanno martellato le meningi talmente tanto, e per talmente tanto tempo, che non siamo più capaci di gestire le informazioni che ci piovono addosso. Informazioni che ci arrivano in maniera opprimente e continua a 360°!

Vero è che leggiamo mille cose, ma … quante riusciamo ad approfondirne? Mah …

Ma poi … è colpa nostra? Siamo noi che siamo diventati scemi all’improvviso o ci hanno fatti diventare scemi? 

Da quando la ‘’comunicazione’’ si è trasformata da:  pura informazione, pur se su ‘’linee’’ diverse, ad un ‘’mezzo per vendere’’, l’informazione ha iniziato a fare guai e perso la propria dignità.

I mezzi di comunicazione, tutti sappiamo, devono ‘’vendere’’ se vogliono sopravvivere! Ma qui casca l’asino, se qualcuno ‘’DEVE SOPRAVVIVERE’’ va da se che inizi ad esser meno LIBERO … o no? Se un tempo era sufficiente appoggiarsi ad una ‘’linea politica’’, magari anche spontaneamente condivisa,  oggi la questione è più complicata. Quel che rimane è che la ‘’libertà’’ la danno i mezzi economici. I giornali oggi non hanno più contributi pubblici quindi devono ‘’vivere’’ di acquisti cartacei e/o di abbonamenti in rete e/o di ‘’like’’ sempre in rete.  

Va da se quindi che l’informazione sia condizionata alla vendita di prodotti, merci, politica, idee, soluzioni, e noi ‘’assorbiamo’’ visceralmente tutto, senza esser più capaci di utilizzare il caro vecchio ‘’cum grano salis’’.

Più le informazioni sono eclatanti, drammatiche, reiterate, più si incrociano e si confondono tra loro in realtà e bugie, in  dicerie e conferme, in conferme e smentite, in ipotesi, in assiomi e teoremi .. e più ci piacciono. Il Grande Fratello dell’informazione! Ah… che bello! 

Informazioni queste che fanno presa più sulle nostre ‘’viscere’’ che sul nostro ‘’cervello’’ ormai atrofizzato.

Ma ribadisco, non è affatto colpa nostra. Ci hanno fatti diventare così! 

Ho una teoria tutta mia su quello che la pubblicità ha fatto, negli anni, alla nostra cognizione. La teoria è semplice e consiste nel fatto che: per essere un ‘’ottimo acquirente’’ devi, per forza di cose, essere anche un pò ‘’scemo’’! 

Volete un esempio che considero ‘’eclatante’’? Eccolo qui:  ‘’Vi ricordate l’epoca in cui a noi donne hanno fatto indossare, era un ‘’must’’ della moda femminile, delle scarpe con una punta senza senso? Scarpe che finivano con una punta alla ‘’Aladino’’ che si alzava persino e che nulla avevano a che fare con il piede femminile? Ebbene in giro c’erano solo scarpe simili. Per anni mi sono rifiutata di acquistarle e sono vissuta con le mie vecchie scarpe, o con calzature da ginnastica. 

Ma dico … noialtre mica facciamo la punta ai piedi con i temperini no? Quindi? Perché caspita ci fate comprare scarpe simili? Eppure … tutte le mie amiche le avevano! E non parlo di ‘’donne poco evolute’’ ma di medici, avvocati e commercialisti. 

Come mai? Semplice! Quella era la ‘’moda’’ e quindi bisognava adeguarsi! 

Trovo questo comportamento assurdo! Possibile che noialtri si sia diventati così ‘’semplici’’? 

Eppure … se il compratore perfetto non deve farsi troppe ‘’domande’’ ma limitarsi ad acquistare cosa è ‘’meglio per lui’’, va da se che il ‘’compratore in oggetto’’ abbia perso un pò della sua ‘’sacra autonomia mentale’’.

L’ha persa perché così vuole la società consumistica. 

La cosa che mi preoccupa è che un essere simile, come reagirà alla pioggia di informazioni, per esempio sul ‘’coronavirus’’?

Reagirà  usando il ‘’proprio cervello’’ o … sarà condizionato dalle ‘’informazioni’’ che gli vengono fornite? E le informazioni che gli vengono fornite da che ‘’parte stanno’’?

Ho la sensazione che in un mondo in cui l’ ’informazione democratica’’, quella alla portata di tutti … stia diventando invece una pericolosa fonte di indottrinamento.

Saremo noi capaci di sfruttare il nostro ‘’cum grano salis’’ e riconoscere le informazioni giuste? Mah … 

Alla prossima

Elena 

Il Governo ”giallo-verde” fagocita la TV di Stato …

Telenovela Governo giallo-verde … Parliamo di ”fagocitare” la tv di Stato! 

É interessante vedere come i ‘’giallo-verdi’’ abbiano invaso tutta l’informazione che ci arriva. Non solo la fanno da ‘’padroni’’ in rete, ma pure in TV non li batte nessuno. 

interessante vedere quanto tempo i Giallo-Verdi pontifichino in TV senza contraddittorio alcuno …

Ecco che cosa mostrano le ultime rilevazioni dell’autorità garante per le comunicazioni (AGCOM), che cataloga le apparizioni di politici, istituzioni e altre figure d’interesse in statistiche diffuse al pubblico. Nello specifico, l’indicatore qui considerato è il “tempo di parola”, che conta quanto spazio viene lasciato a chi parla direttamente sul totale delle apparizioni in video.
Troviamo così che in media il 33% del tempo di parola è andato al governo Conte/DiMaio/Salvini e ai suoi membri, contro valori del solo 20% del Governo Renzi, simili o leggermente inferiori per i governi Letta e Monti. Nemmeno Berlusconi, che quanto a lavaggio delle meningi non stava male, nell’esecutivo del 2008 aveva osato quanto costoro!
Quindi, per farla breve, i giallo-verdi battono tutti e usano la TV di Stato per lavare le meningi a noi ‘’popollo’’!
Noi ovviamente, distratti come siamo, non ce ne accorgiamo.
Bello è che ci lamentiamo dei messaggi subliminali della pubblicità … queste invasioni invece ci stanno bene? Ma siamo sicuri di essere ‘’liberi’’ mentalmente? Qui ormai le ”voci” dissonanti sono sempre meno … e quindi le garanzie democratiche vanno a farsi benedire. La tanto decantata ”libertà” dell’informazione, il ”No bavaglio”  dove è andata a finire? Anche lì ”due pesi e due misure” vero? Se l’informazione la faccio ”io” allora vai giù pesante … e gli altri? Gli altri avevano solo da vincere le elezioni no? E che cavolo a noi ci ha eletto il ”popollo”!

Il bello è che nessuno alza un sopracciglio …  Mah …

Alla prossima

 

Elena

Dal ”No B day” … a ”nella rete l’ignoranza vale quanto la tua conoscenza” …

… oppure: ”La verità ”scientifica” vale tanto quanto quella ”rivelata”? Oppure: ”Una fake news vale tanto quanto una vera”? Oppure: ”Una calunnia vale quanto un fatto”? Mah …

”Mi chiamo Elena Saita, ho 54 anni e vivo a Torino. Sì, posso veramente dire … io c’ero … e ne sono estremamente fiera! Non solo ero presente ma ho anche partecipato attivamente al volantinaggio organizzato nei  giorni precedenti l’evento. Partecipato e condiviso con un entusiasmo che, onestamente, avevo da tempo perduto. Una meravigliosa gioventù pensante, organizzata, informata, corretta … questo Popolo Viola è un segno positivo di vitalità! E’ un segnale che deve fare meditare la nostra classe politica. E’ proprio vero che in fondo siamo un popolo di naviganti, eroi, poeti e santi e che nulla e nessuno, nemmeno il vergognoso conflitto di interessi che vige in Italia, potrà annientare! 

Il ‘’tam tam’’ avvenuto su Facebook è stato incredibile! Soprattutto ha dato alla gente come me, la ‘’casalinga di Voghera’’(°) la possibilità di esprimere il proprio dissenso! Questo signore, mi riferisco al ‘’Capo del Gabinetto’’, grazie al vergognoso utilizzo dei media di sua proprietà, ha cercato di ‘’appiattire’’ le meningi della gente semplice. Ha ‘’confezionato’’, ha indotto un consenso sulla sua persona. Chi nega questa evidenza ha due soli motivi per farlo: ‘’o è in malafede oppure non più in grado di rendersi conto di essere ‘’strumentalizzato’’!  Per assurdo infatti, credo che la maggior parte del suo elettorato sia proprio sua ‘’vittima’’. 

Il secondo motivo per cui sono fiera della manifestazione è legato proprio alla mia età. Sono un ‘’genitore’’, una mamma, ho due figli e ultimamente i ‘’genitori’’ sono stati oggetto di parecchie accuse, anche giuste in molti casi, ma la manifestazione stessa dimostra che non abbiamo fallito a 360° … se il Popolo Viola ne è il risultato!

Ci sarebbero migliaia di argomenti contro il ‘’sistema-personaggio’’ … ma invece vorrei aggiungere solo una cosa ancora: ‘’Essendo il la ‘’casalinga di Voghera’’ rimarrò in tema con il mio personaggio, sostengo quindi che: ‘’dopo l’invenzione della lavatrice … Facebook è il più utile ‘’elettrodomestico al mondo’’!  (Elena Saita – Micromega 1/2010 ‘’Finchè c’è lotta cè speranza’’)

Questo lo scrivevo allora e oggi ribadisco che: 

La ‘’rete’’ è la nuova fonte di ‘’informazione’’ … quindi è  il ”futuro”.

Il M5S, lancia i suoi messaggi attraverso questo strumento e suoi messaggi si basano sulle affermazioni di un personaggio senza dubbio ”visionario’’: Gianroberto Casaleggio! 

bè … ma non per lavarci le meningi … 🙁

In questo esatto momento storico, abbiamo un disperato bisogno di ”credere” in qualcuno.  Il M5S  viene offerto su di un ”piatto d’argento” come ”pulito ed onesto’’ , come UNICA alternativa a ‘’tutto il resto’’! Il che è davvero un pò esagerato non credete? Si direbbe ce lo vogliano vendere come un detersivo. 

Fatto sta che, oggi come oggi, la necessità di credere in qualcuno è talmente forte che tendiamo a sottovalutare alcune cose basilari,  se non proprio a mettere ‘’le fette di prosciutto davanti agli occhi’’.

Ripeto, le intenzioni sono senza dubbio ”buone” ma … non dimentichiamo mai i contrappesi della democrazia! Se li dimentichiamo, se li mettiamo in un ”cassetto” senza troppi scrupoli … saremo ”finiti”!

La rete, al momento, è peggio ancora delle tanto aborrite tv dello ‘’gnomolaccatodibiaccamarroneintesta’’, i cui giornalisti sono soggetti, se non altro, a denuncia se dicono delle ‘’bugie’’. 

La rete è peggio ancora perche NON non ha regole di sorta.  Se io, o altri, diciamo una castroneria ‘’qui’’ cosa ci succede? Niente! Se lo dice un giornalista su una testata e/o su una rete televisiva è soggetto a denuncia! Ora … facciamo ”finta” che in ”rete” circolino come ”vere” notizia che non lo sono ma che facciano ”leva’ sul nostro ”sentire comune” … che modifichino il nostro pensiero … che ci ‘’appiattiscano le meningi’’ … che ‘’siano usate per confezionare consenso’’ … come la mettiamo? 

La rete è fantastica, serve per confrontarci, ma non dimentichiamo che grazie alla rete è stato eletto Trump … ci sono state le ”Primavere Arabe” e … l’ISIS recluta la sua ”folle manovalanza”! 

Meditiamo gente … meditiamo … 

Alla prossima

Elena

 

(°) Silvio Berlusconi, quando doveva fare un esempio di un individuo sottosviluppato ed ignorante usava il termine: ”Casalinga di Voghera”! 

Articolo correlato: 

Stiamo sottovalutando il M5S …

Stiamo sottovalutando il M5S …

Stamattina leggendo qua e là mi sono resa conto di quanto si tenda a sottovalutare il M5S. Io non amo affatto questo movimento, credo lo abbiano già capito tutti senza che io debba ribadirlo, ma … non si sa mai.

Ho l’impressione che in questo ‘’calderone’’, e non solo tra i candidati ma anche e soprattutto nel loro bacino elettorale, ci sia di tutto di più e che sarà difficile tenere a ‘’freno’’ questa onda tanto ‘’piena di testosterone’’ quanto ‘’scarsa di democratico confronto’’. Dobbiamo però rassegnarci perchè loro sono il ‘’futuro’’. Il mondo viaggia alla velocità della luce e, o gli si sta dietro o lo si ‘’perde’’!

Noi ”vecchietti” viviamo ormai su un altro pianeta. ”Loro”, non dico siano una ‘’setta’’, parola che ha un’assonanza ‘’cattiva’’ e non voglio essere assolutamente cattiva questa mattina, ma solo ‘realista’’;  fatto sta che, attraverso i loro ”meet-up” fanno passare le loro idee, composte anche da una serie di regole ben precise alle quali si attengono. Una di queste, molto interessante, è: ‘’Derogare ad una regola, significa di fatto abolirla’’!
Spesso sui loro profili, alla voce ‘’ha studiato presso’’: leggiamo ’M5S’’! Perché è vero, per molti è stata la ‘’scuola’’ di cui avevano bisogno, un posto dove ritrovarsi tra persone ‘’simili’’ e con cui scambiare idee ed occuparsi della ‘’cosa pubblica’’! Hanno finalmente trovato, tramite la rete, la maniera di partecipare e smettere di delegare. Cosa che, nel mio piccolo, ho ripetuto migliaia di volte durante manifestazioni e cortei. Quindi come dar loro torto?
Ovviamente quanto avviene in misura ridotta nei ‘’meet-up’’ è diramato in rete all’ennesima potenza tramite ”amici/simpatizzanti”! Quindi ‘’il verbo/le idee” vengono amplificate  in maniera impressionante con una capacità di penetrazione altissima raggiungendo tutti! Anche quelli che la pensano in maniera diametralmente opposta. Uno dei messaggi di Gianroberto Casaleggio, era:

‘’Internet non si sta più affiancando a cosiddetti mainstream, ai telegiornali e alle televisioni, li sta sostituendo’’!

E signori cari, aveva ragione da vendere. Oggi i telegiornali ed informazione tradizionale spesso fanno solo più da ‘’gran cassa’’ a quanto già è stato affrontato, più o meno bene, in ‘’rete’’.
Altro che ‘’ripristinare’’ il contatto con il ”popolo” attraverso i circoli/sedi locali dei partiti. Le sedi dei partiti come le conosciamo oggi, ammesso e non concesso che siano distribuite capillarmente sul territorio come le ”Parrocchie”, tanto per fare un esempio, quanta gente pensate possano raggiungere? Mica tanta con la vita caotica di oggi. Chi ha tempo di andare nella sede del partito? Quattro gatti!
Le sedi” del M5S invece sono in rete, facilmente raggiungibili quando fa comodo a chiunque e in più sono distribuite capillarmente sul territorio ”virtuale” della rete.

La rete è politica allo stato puro

Gianroberto Casaleggio è stato un uomo che, oltre ad essere un pioniere delle strategie digitali, ha riconosciuto la possibilità di applicare questa nuova tecnologia alla politica con una ‘’visione’’ad ampio respiro. Come lui stesso sosteneva d’altronde non ci sono idee di destra o di sinistra, ci sono idee buone o cattive!
La cosa certa è che con i ‘’dogmi’’ di Casaleggio, tra i quali ve ne sono parecchi decisamente buoni, questi ragazzi, scontenti e anche un pò maltrattati, sono cresciuti e si sono riconosciuti.
Militanti ed elettorato del M5S hanno voglia di cambiare e grazie alla  ”rete” hanno trovato la soluzione. Nessuno può batterli su questo terreno. A meno che non ci si organizzi alla grande per farlo su larga scala con qualcuno che abbia la stessa ‘’visione di Casaleggio’’.

Quindi, per ora, il coltello dalla parte del manico lo hanno loro. Non mi stupirei affatto se, alle prossime elezioni, luglio od ottobre che siano, ottenessero le percentuali necessarie per governare.

Dopo di che … vedremo. Non dimentichiamo però che, se Casaleggio era un visionario più unico che raro e con certamente buone intenzioni … questi ragazzi sono solo ”figli nostri” … con tutte le virtù e le pecche che hanno i nostri figli.

Alla prossima

Elena

.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

In seguito alle reazioni, fin troppo positive, dell’elettorato 5 stelle su quanto sopra e che ho condiviso su fb vorrei precisare quanto segue:

La realtà è che nel M5S, che agisce con questi strumenti (rete) e che si basa su affermazioni di un personaggio senza dubbio ”visionario”,  ognuno ci legge quello che vuole. In questo esatto momento storico il disperato bisogno di ”credere” in qualcuno, che ci viene offerto su di un ”piatto d’argento” come ”pulito ed onesto”, è talmente forte che si mettono, senza problemi, le fette di prosciutto davanti agli occhi. Ripeto … le intenzioni sono senza dubbio ”buone” ma … non dimentichiamo i contrappesi della democrazia! Se li dimentichiamo, se li mettiamo in un ”cassetto” senza troppi scrupoli … saremo ”finiti”! La rete al momento NON è democratica per il semplice fatto che non ha regole! Se io, o altri,  diciamo una castroneria qui in ”rete”  cosa ci succede? Niente! Se lo dice un giornalista su una testata e/o su una rete televisiva è soggetto a denuncia! Ora … facciamo ”finta” che in ”rete” circolino come ”vere” notizia che non lo sono ma che facciano ”leva’ sul nostro ”sentire comune” e che modifichino il nostro pensiero … come la mettiamo? Non dimentichiamo che grazie alla rete è stato eletto Trump! Ci sono state le ”Primavere Arabe” e l’ISIS recluta la sua ”folle manovalanza”! 

 

 

4 Novembre Unità Nazionale Forze Armate … cosa ricordiamo?

Ma … cosa si ricorda in questa data? Forse i giovanissimi non sono poi così al corrente. Vediamo un pò di dare qualche informazione semplice.

iu

Ieri,  il  4 novembre,  era la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.

La si festeggia in Italia dal 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima guerra mondiale (1914-1918) e la resa dell’impero austro ungarico.

Su fb non ho visto nessun commento … eppure è stata una guerra ‘’vinta’’ anche dall’Italia, che ci ha visti allora, nostro malgrado, combattere a fianco di Inghilterra e Francia contro l’Impero Austriaco.

A ‘’Vittorio Veneto’’ gli italiani respinsero definitivamente gli austriaci e il 4 novembre fu firmato l’armistizio con l’Austria . L’11 novembre 1918 la Germania chiese la pace e l’imperatore tedesco e quello austriaco dovettero abdicare.

Al mio nonno materno, per ragioni puramente anagrafiche, capitò di essere ‘’fante’’ nella Prima Guerra Mondiale e di combattere proprio a Vittorio Veneto. Fu in seguito insignito del titolo di ‘’cavaliere di Vittorio Veneto’’. Gli venne data quella onoreficienza , non tanto perché si era distinto in battaglia, quanto per il fatto che era riuscito a sopravvivere. Quando raccontava, a me allora bambina, delle cariche fuori dalle trincee, mi veniva la pelle d’oca… altro che film dell’orrore!

Nella prima guerra mondiale i caduti furono tantissimi. Giovani vite mandate al macello per una guerra voluta in fondo da pochi, ma come sempre i più agguerriti, allora come oggi d’altronde, ce l’hanno sempre ‘’vinta’’! Dovremmo imparare a capire che non è detto che i più ”agguerriti” siano quelli che hanno sempre ragione, ma questo è un altro discorso …

Il Paese ”allora” era diviso tra: neutralisti e interventisti.

I Neutralisti – la maggioranza – erano i cattolici, i liberali di Giolitti e una parte di socialisti;
Gli Interventisti erano invece gli irredentisti, i liberali conservatori, i socialisti riformisti, i repubblicani e l’ala defezionista socialista guidata da Mussolini.

Nonostante i ‘’moderati neutralisti’’ fossero di più … l’Italia entrò in guerra lo stesso, perché gli interventisti, come sempre, erano più ‘’aggressivi’’!

105011366-fc657d0c-3ac3-43af-b6cd-f794b960f8fb

Ma nel cuore nessuna croce manca. È il mio cuore il Paese più straziato di tutti. (Giuseppe Ungaretti)

Nella prima guerra mondiale morirono:

– Caduti italiani: 600.000,
– caduti francesi: 1.400.000,
– caduti tedeschi: 1.800.000,
– caduti austro-ungarici: 1.300.000,
– caduti russi 1.600.000.

 

La maggior parte dei caduti era tra i combattenti.
La seconda guerra mondiale ha visto invece un enorme numero di vittime civili e per questo dobbiamo dire grazie ai bombardamenti aerei.

Comunque … almeno un ‘’pensierino’’ a ‘sti poveri morti lo vogliamo fare?

Alla prossima
Elena

 

IMMUNITA’ PARLAMENTARE …

… il ”tema del giorno” …

Le informazioni che arrivano al cittadino DEVONO essere chiare!  Devono spiegarci se per immunità si intende reato di ”OPINIONE” per il quale va da se che sia Parlamentari che  Senatori devono esser considerati NON PERSEGUIBILI !  Se non sono perseguibili per le loro opinioni i deputati … perché dovrebbero esserlo i Senatori? (Quindi dovrebbe valere anche per questo nuovo Senato ”un tantino strano”. Inoltre  ci devono spiegare se questi nuovi senatori NON saranno perseguibili SOLO quando fanno i Senatori oppure non lo saranno ANCHE quando fanno i consiglieri regionali? In questo la caso la situazione cambierebbe ECCOME!  Comunque, a rigor di logica , o la togliamo ad entrambi o la diamo ad entrambi!

bilancia1-300x300

MA ATTENZIONE … se stiamo parlando invece di ”Immunità” per deputati/senatori ladri corrotti e corruttori è ovvio che la faccenda è diversa! TANTO DIVERSA!

Si cercasse una buona volta di spiegare a noialtri, poveri cristi che tiriamo la carretta, come stanno le cose veramente … macché! Con tutti ‘sti mezzi di informazione extra-sofisticati, vigliacco se ti dicono le cose come stanno! Vigliacco se ”qualcuno” arriva al ”nocciolo”!

Tutti che si riempiono la bocca di frasi fatte ”da altri”! Frasi ”manipolate” da altri ad esclusivo vantaggio elettorale.  A noialtri, l’informazione che arriva è quella superficiale e di pancia! Quella che viene abilmente usata/cavalcata ai fini del consenso elettorale.

SE NON CI SPIEGATE BENE COME STANNO LE COSE LE RAZIONI ALLE INFORMAZIONI SUPERFICIALI ALTRO NON POTRANNO ESSERE CHE REAZIONI DI ”PANCIA”! Come questa mia al link che segue in fondo.

Ma poi … possibile che il più grande partito italiano abbia ”delegato” l’informazione in rete al blog di Grillo? Ma siamo diventati tutti matti?

Cercare le leggi sulle Gazzette Ufficiali richiede una preparazione che noialtri italici NON possediamo. Quindi per favore, datevi da fare ed in modo semplice e corretto spiegate quel che decidete/proponete ed il perché.

Ora il ”territorio” è diventata la ”rete” quindi è lì che si crea il consenso. Non è proprio difficile da capire no? E non dite di non aver le ”risorse” per poterlo fare.

 

Alla prossima

 

Elena

 

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10202399017192985&set=a.1033272148285.2006853.1119855370&type=1&theater