Archivi tag: onestà

Italia – rigurgiti fascisti …

In allegato, qui sotto,  ho messo un link riguardante un comunicato di Davide Mattiello, deputato del Partito Democratico e membro della Commissione Anti Mafia sotto la Presidenza della Signora Rosi Bindi.

https://www.facebook.com/mattiellodavide/videos/906463229530957/

Guardando il video, mi sono subito detta: ”Ma come si fa a non essere d’accordo con Davide Mattiello”?

Partiti e movimenti chiaramente di stampo fascista stanno prendendo ”piede” nel nostro Paese. Complici crisi economica, malcontento e ignoranza.

Per qualche strano motivo molti giovani, che non hanno la minima idea di che cosa il fascismo abbia rappresentato veramente, ripetono slogano tristi e rifritti pensando di ”cambiare il mondo” con le sole parole.

iu-2

le bandiere invece di sventolare su pali di plastica sono arrotolate su corti bastoni simili a manganelli! Indovinate un pò perchè?

La cosa drammatica è che questi ”partiti”concorrono per le politiche del 4 marzo.

Speriamo di no, ma facciamo l’ipotesi che anche solo uno di loro riuscisse ad entrare in Parlamento …

Vi rendete conto di che cosa potrebbe succedere?  Pensate già solo alle ”rogne” che dovrebbe, in tal caso, affrontare la polizia per mantenere la sicurezza durante i cortei … tra antagonisti e fascisti si verrà alle mani e le conseguenze per la sicurezza diventerebbero enormi. Immaginatevi cortei di fascisti autorizzati! Perchè, ricordiamoci, se dovessero mai entrare in Parlamento, anche solo uno di loro, automaticamente i cortei fascisti sarebbero autorizzati e le nostre strade diventerebbe dei carnai! Ma siamo diventati matti? Possibile che noialtri non si abbia un briciolo di sensibilità? Si direbbe che le ”rogne” le si vada a cercare con il ”lanternino”!

D’altronde … lasciamo, senza batter ciglio, che uno come Berlusconi, che è incandidabile grazie alla legge Severino , faccia politica lo stesso come coordinatore, elemento catalizzatore,  del centro destra italiano, fregandosene altamente di tutto e di tutti e il drammatico è che costui trovi una massa di italiani a dargli retta!

E i fascisti, Forza Nuova e Casa Pound, che fanno campagna elettorale come se niente fosse …e trovino di nuovo chi li segue … mah …

Bene bene che vada inseguiamo le ”sirene” dei grillini … pensando che le cose possano cambiare con l’ HONESTA’ … e pure lì ci sarebbe da scrivere un romanzo … ma che tristezza … ma che tristezza … 🙁

Alla prossima

 

Elena

Il politico perfetto …

… come dovrebbe essere?

A chi continua con il sostenere che cultura ed esperienza, non servano ad una cippa per governare un paese, vorrei ricordare che per governare un’azienda sono invece, stranamente, necessarie.

26230240_10211124474523965_6133432062769142292_n

Qui di seguito metto per conoscenza il curriculum di Marchionne che, pur non suscitando molte simpatie, ha fatto benissimo il proprio lavoro.
Vorrei ricordare anche che il suo lavoro, dal momento che è impiegato in un’industria privata, consiste nel portare a casa ‘’utili’’ per la ‘’famiglia’’ che lo aveva assunto, in questo caso gli Agnelli/Elkann, cosa che è riuscito a fare molto bene.  Non dimentichiamo che in soli tre anni il titolo Fca è cresciuto del 205%.
Marchionne non è pagato per salvare l’industria italiana, quello lo avrebbe dovuto fare una classe politica in grado di metter assieme, con una visione a lungo termine, una politica industriale di alto livello per il bene del paese. Ma purtroppo la nostra politica non ne è stata capace, in quanto non abbastanza preparata.

.-.-.-.-.-.-.-

Sergio Marchionne si laurea in filosofia presso l’Università di Toronto e in un’intervista dichiara: ‘’Quando ho iniziato l’università, in Canada, ho scelto filosofia. L’ho fatto semplicemente perché sentivo che, in quel momento, era una cosa importante per me’’.
Successivamente si laurea in legge alla Osgoode Hall Law School of York University con il massimo dei voti. Consegue poi presso la University of Windsor un Master in Business Administration (MBA). Esercita quindi come commercialista, procuratore legale, avvocato ed esperto contabile.

.-.-.-.-.-.- – –

Siamo onesti … una discreta preparazione la possiede … o no?
Chissà perchè per noialtri invece per entrare in politica ci vanno benissimo anche gli analfabeti funzionali!
Quindi, tirando le somme, un politico degno di tal nome dovrebbe avere: titolo di studio, esperienza, senso del bene collettivo e comprovata onestà!
E’ un pò come un tavolo. Con quattro gambe è perfetto … con tre gambe sta in piedi … con due o una cade!

Meditiamo gente … meditiamo …

Alla prossima

 

Elena