Archivi tag: Svizzera

Italia … teatro dell’assurdo

Governo Giallo-verde e il teatro dell’assurdo …

In questa foto manca il ”cane da guardia” Rocco Casalino, quello che non molla di un passo Conte. Questo qui tanto per intenderci: https://www.youtube.com/watch?v=crDavhMbYP0

Qui siamo proprio agli sgoccioli, il Paese è nelle mani di gente che se ne frega dell’idea altrui alla grande. Il concetto di ”democrazia” a costoro fa un ”baffo”! Vero è che la democrazia ha delle pecche! Se ad esempio Gertrude, Anastasia e Cenerentola dovessero votare, quasi sicuramente Cenerentola sarebbe in minoranza … ma non è detto che le altre due siano dalla parte ”giusta”.  Comunque, grazie alla democrazia, anche Cenerentola ha diritto ad esprimere il propio parere, purtroppo i giallo-verdi invece proprio non li ascoltano gli altri! Loro ”tirano diritto”! Ne abbiamo avuto uno che ”tirava diritto” tanti anni fa … vi ricordate come è andata vero?

Tornando a noi … i regolamenti parlamentari dedicano ai bilanci dello Stato una discussione che dura minimo tre mesi. Perché? Ma perché i Bilanci dello Stato sono cose serie che gestiscono l’andazzo del Paese intero e, per tale motivo, non possono esser presi ”sottogamba” come fanno i giallo-verdi.

La Camera dei deputati aveva si discusso la manovra … ma quella ‘’finta’’ e cioè quella stesa ‘’prima’’ degli accordi con l’Europa.
Tra l’altro ci aveva pure messo la fiducia per farla passare alla Camera … poi la discussione sempre quella ”finta’’ è passata al Senato.
Quando poi però è arrivata la stesura definitiva e cioè solo il 22 dicembre alle 14,00, stesura frutto degli accordi tra Conte e Juncker, la Commissione Bilanci ha avuto solo poche ore per discuterla.
Dato però che gli ‘’emendamenti’’ fatti, rispetto alla stesura di ‘’prima’’, erano 1.100, ovvio che il tempo non era certo sufficiente, quindi che cosa hanno deciso i nostri ”eroi”? Hanno chiesto alla Commissione di approvarla a ‘’scatola chiusa’’.
Insomma dell’art. 72 della Costituzione , quello che dice che i provvedimenti PRIMA di passare all’assemblea dovrebbero essere esaminati dalla Commissione, è diventato, nelle mani di costoro ‘’carta straccia’’!
Quelli al Governo, specie i grillini, si sono venduti come i ’’paladini della Costituzione’’ … ma ovviamente solo quando faceva comodo a loro e soprattutto solo per ottenere consenso, ma della Costituzione, in realtà, non gliene importa una beata cippa!
Già gente che vorrebbe, per la gestione del Paese, dei referendum propositivi senza quorum, referendum magari fatti in ‘’rete’’ … con lo ”zampino” della Casaleggio &Associati … la dice lunga sull’idea che hanno della nostra Costituzione no? Sarebbe ”carta straccia” per il camino!
Vorrei sapere come mai i loro elettori non ci ‘’arrivano’’ a capire una cosa simile. Mah … se gelielo fai notare ti tirano fuori la Svizzera che non ha niente a che vedere con noialtri.
Comunque dentro ‘sta manovra ci sono errori madornali che noi ‘’popollo’’ pagheremo a caro prezzo … ma d’altronde … a noialtri piace il ‘’brivido’’ no?
Abbiamo al Governo gente che unisce l’inesperienza con l’incompetenza ed il tutto è farcito dall’arroganza.
Che volere di più?

Alla prossima

Elena

la Svizzera … e il salario garantito a tutti !

Mentre noi stiamo a ”scannarci” per eleggere un sindaco … oggi gli svizzeri votano, se è il caso oppure no, di dare a ”tutti” gli abitanti del Paese uno ”stipendio universale”! 

iu

Tutti quanti! Che abbiano o meno un lavoro, compresi  gli stranieri residenti da almeno 5 anni.

Il referendum di iniziativa popolare è stato organizzato da un gruppo che non appartiene a nessun partito politico. Così almeno sostengono … ma mi piacerebbe sapere ”cosa e chi” sta dietro a tutto questo, se  non esiste davvero una qualche ”strumentalizzazione” a monte.  A ”chi”  potrebbe, ad esempio,  far comodo dare un ”obolo” a tutti? In modo da tenerci tranquilli e quindi non creare ”tensioni sociali”?    Mah …

Tornando all’argomento: lo stipendio dovrebbe essere di 2.500 franchi svizzeri  (2.260 euro) al mese a persona più 650 franchi svizzeri al mese per ogni bambino.  Non ”saltate sulle sedie” dall’entusiasmo, ricordate che la Svizzera è ”ricca”, ha più banche che abitanti e che il costo della vita da loro è molto più alto del nostro.

Comunque, ammesso e non concesso che gli svizzeri votino a favore,  il che non è dato per scontato,  tempo fa infatti  hanno rifiutato di avere più giorni di ferie pagate! Il che la dice lunga sulla loro ”mentalità’!

Questo ”stipendio”,  se dovesse esser promosso, sarà ”ovviamente” compensato con un aumento generalizzato delle imposte e delle tasse e molto probabilmente con riduzioni su prestazioni sanitarie … scolastiche … abitative … etc… etc …

D’altronde se la ”coperta” è quella … bisogna tirare un po’ dappertutto.

Uno dei promotori del referendum, Ralph Kundig, sostiene che dare un  ”salario a tutti” è indispensabile a fronte della perdita progressiva dell’occupazione ”umana” causata dall’ automatizzazione crescente, lo stesso ”vangelo” di Grillo.

Quindi diamo un salario di sopravvivenza a tutti … tutti uguali … d’altronde se il futuro apparterrà  alle ”multinazionali’ e ne rimarrà solo ”una/o” come gli Highlanders … avremo, ad esempio,  una sola casa produttrice di abbigliamento … una sola casa produttrice di auto … una sola casa produttrice di ”celle abitative”…  alla fine vivremo tutti nello stesso modo sul pianeta. Avremo tutti gli stessi vestiti … guideremo tutti la stessa auto … vivremo tutti negli stessi alloggiamenti.

iurVe lo ricordate il ”cattivone” in Highlander?

Mò … ‘sta a vedere … che alla fin dei fini i  ”marxisti”  sono gli svizzeri e le Multinazionali!

E chi lo avrebbe mai detto?

 

Alla prossima

 

Elena

 

IL PAESE PIU’ FELICE NEL 2015 E’ …

… la Svizzera!

Secondo il  ”World Happiness Report” che, invece del PIL , valuta il FIL  (Felicità Interna Lorda) al primo posto c’è la Svizzera! 

150423130327-large

E questo nonostante abbia”subito” un modernissimo tunnel ferroviario …  (°°)

Seguono poi Islanda e Danimarca. E ancora nella ”top ten” troviamo: Norvegia, Canada, Finlandia, Paesi Bassi, Svezia, Nuova Zelanda e Australia!

Gli Stati Uniti sono al quindicesimo posto.

Le cose vanno molto peggio per Italia, Grecia e Spagna.

Il rapporto afferma che le istituzioni di questi  tre Stati europei sono state troppo deboli ed incapaci nel gestire la crisi finanziaria, e per questo motivo,  il ”tasso di felicità media nazionale” è crollato. Se si confrontano i livelli attuali con quelli pre-crisi, la Grecia è la Nazione che ha visto il calo maggiore, con un peggioramento dell’1,5%,  seguita dall’Italia con lo 0,8% e dalla Spagna con lo 0,7%.

Tra i 158 Stati analizzati dagli esperti dell’UN Sustainable Development Solutions Network, noialtri ci siamo piazzati al 50° posto  mentre la Grecia è  al 102°,  la Spagna al 36° , La Gran Bretagna al 21°,  la Germania al 26°, e la Francia al 29° posto.

Gli otto paesi più infelici si trovano nell’Africa sub-sahariana. La cosa ovviamente non stupisce nessuno, considerate le guerre e le carestie, sarà difficile che siano contenti.  La bandiera nera va al Togo, preceduto di poco dal Burundi, e ancora da Siria, Benin e Ruanda. Costoro, per la cronaca, fan parte di quei poveri disperati che, cercando  un futuro, diventano cibo per squali nel Mediterraneo …

The World Happiness Report misura la Felicità Interna Lorda, ed invita i Paesi dell’Onu ad adottare il proprio indice di felicità come guida per migliorare le politiche interne.

Il benessere dei cittadini,  la nostra ”serenità”, la nostra speranza nel futuro è indice della ”salute di un paese”!

La nostra felicità (FIL) è molto più importante del freddo ed ”inumano” PIL .

Meditiamo gente … meditiamo …

 

Alla prossima

 

Elena

 

 

fonte: http://www.sciencedaily.com/releases/2015/04/150423130327.htm

°° situazione tunnel ferroviario San Gottardo- https://www.alptransit.ch/it/home/