Archivi tag: armi

L’Inghilterra e la Brexit – ovvero un parto podalico …

la grande Inghilterra trova ”duro” uscire a testa alta dall’Europa. Ben gli sta!

I sostenitori della Brexit, dopo aver mollato la ‘’patata bollente’’ della gestione dell’uscita dall’Unione alla May, che manco la voleva ‘sta uscita, parlo di quei due infidi personaggi che rispondono al nome di Boris Johnson e Nigel Farage, mò i  due fanno gli schizzinosi per i risultati a cui Lei è arrivata,  tanto che è stata costretta a rinviare il voto, sapendo che non avrebbe avuto la maggioranza.

Eccoli qui gli inutili Nigel Farage e Boris Johnson …

Tra l’altro è stato il ‘’popolo’’ inglese a sancire la volontà di uscire dall’Europa con un referendum,  ed ovviamente lo ha fatto in base alla ‘’pancia’’ e non certo alla ‘’testa’’! Onestamente … che ne sa il ‘’popolo’’ di che cosa significhi, nel dettaglio, la gestione di una cosa simile? Cari ‘’pirla’’ pensavate forse che uscire dall’Europa sarebbe stata una cosa semplice e indolore? Ma certo che non lo è! 

Possibile tra l’altro che la gente non ci ‘’arrivi’’ a capire che l’Europa è l’unico modo che esiste per ‘’contare’’ qualche cosa nello scacchiere mondiale?

Abbiamo bisogno di un’Europa unita, forte e sovrana per mettere un pò di ‘’tasselli in ordine’’ su ‘sto pianeta!

Non dobbiamo dimenticare che: diritti, democrazia, welfare, sanità sono nati in Europa e quindi siamo gli unici ad avere la sensibilità per attuare un mondo migliore.

Russia e Cina non sanno che cosa significhino termini come: ‘’diritti’ e ’’democrazia’’, gli arabi poi … vade retro Satana, quelli vivono ancora nel medio-evo e per gli USA contano solo i soldi. Provate ad essere un disoccupato negli USA e ad aver bisogno di cure mediche … ciccia! Potete morire! Anche quel poco che era riuscito ad ottenere Obama, mediando con le unghie e con i denti, nonostante fosse in minoranza,  Trump lo ha cancellato.

Divisi non saremo mai niente, ma in compenso saremo alla mercé di nazioni che primeggiano solo in quanto detentori di armi e/o danaro … meditiamo gente … meditiamo …

Alla prossima

Elena 

 

A noialtri l’Africa va bene solo se …

la sfruttiamo …

L’Africa è sfruttata da ‘’teppisti’’ provenienti da tutto il mondo. Vendiamo loro sottobanco armi per assicurarci costantemente guerre tribali.  Sfruttiamo le loro miniere, in cui lavorano bambini, ma a noialtri ve bene, così. Gli portiamo rifiuti pericolosi che non sappiamo come smaltire e, se giornalisti come Ilaria Alpi se ne accorgono, li zittiamo stile ‘’mafia’’.

Come se non bastasse l’Africa è anche la vittima innocente dei cambiamenti climatici prodotti dal ‘’nostro’’ inquinamento,  non certo dal loro. 

Senza acqua difficile crescere bestiame no? Soldi e mezzi per scavare pozzi non ne hanno … quindi?

Nel Corno d’Africa, dove la popolazione vive di pastorizia,  non piove da anni a causa del surriscaldamento climatico e la gente è costretta ad andare verso il Kenia nel campo profughi di Dadaab. Un campo organizzato per ospitare al massimo 90.000 persone ma dove invece ne vivono  più di 435.000 e oltre la metà di queste sono bambini. Inutile dire che muoiono di fame e di malattie … ma … a noi che ci importa? Occhio non vede … cuore non duole! 

La mentalità della chiusura … dello stiamo nei nostri giardinetti  … della xenofobia … dell’intolleranza ha persino fermato il disegno di legge sullo “ius soli”.  Tra l’altro una legge che aveva ben poco di ‘’suolo’’ ma molto più di ‘’cultura’’ visto che prevedeva norme severe sulla frequentazione scolastica da parte dei figli di stranieri extracomunitari residenti in Italia.  Per i nostri figli ‘’chiudiamo un occhio, spesso tutti e due’’ sulle loro carenze scolastiche … anzi andiamo pure a picchiare gli insegnanti che si permettono di dar loro brutti voti … per gli extracomunitari invece … pretendiamo l’eccellenza! Ma quanto facciamo schifo da 1 a 10? Mah … 

E comunque anche ‘sta miseria di ‘’ius soli’’ è stata gettata alle ortiche nel nome di partiti che vietano di approvare qualunque legge che sia divisiva o intacchi il ‘’loro’’ consenso.

Che vergogna … che squallore … i principi sono andati a farsi benedire … rimane solo la ricerca affannata di ‘’consenso’’. Un consenso confuso e di pancia che aumenterà incertezza e precarietà in tutti i campi. 

Sarebbe bello invece se aiutassimo l’Africa a crescere e svilupparsi in maniera ‘’eco-compatibile’’ … sarebbe bello se riuscissimo a fare in Africa quello che non siamo stati capaci di fare da ‘’noialtri’’ … ma questo richiederebbe impegno, volontà, visione …  meglio rimanere ancorati nei nostri stupidi e sterili pregiudizi vero? 

Alla prossima

Elena 

Negli USA è più difficile comprare un cane che una pistola!

 

160616182828-puppy-with-a-gun-medium-tease

Troppo spesso si legge di ”stragi” provocate da armi negli Usa, il più recente quello del 12 giugno, in un locale gay ad Orlando in Florida,  che ha causato la morte di 50 persone e 53 feriti.  In aprile 8 membri della stessa famiglia, nella contea di Pike in Ohio, morti senza alcun motivo apparente. Il 20 febbraio 2016 – Sei persone, tra cui un bimbo di 8 anni sono state uccise a Kalamazoo (Michigan) per i colpi sparati da Jason Dalton. E questi sono solo i casi più recenti, ma purtroppo l’elenco è impressionante.

Tutto questo solleva polemiche anche per la facilità con cui le armi sono vendute negli Stati Uniti. Ecco qui alcuni esempi.

Patente
per ottenere la patente di guida per un autoveicolo dovete avere un documento di identità, passare un esame medico ed un testo scritto. Guidare un paio di settimane con la patente di ”apprendista” quindi passare il test di guida ufficiale.
Ecco quello che serve per ottenere una patente di guida. In alcuni stati, come il Maryland, quando si ottiene la patente per alcuni mesi si è controllati dalla polizia.
Armi
Non bisogna effettuare nessuna prova di capacità di utilizzo dell’arma. Non si ha bisogno di una licenza o di un permesso per acquistarla. L’unica cosa che viene chiesta è di vivere sul territorio USA. Se si acquista un’arma inoltre nessuno si sogna di ”controllarti” per alcuni mesi.

Passaporto
Devi dimostrare di essere un cittadino americano, avere un documento non scaduto ed una foto, aspettare circa sei settimane per avere tra le mani il tuo primo passaporto.
Armi
Il negozio di armi si mette in contatto via internet con l’FBI ”National Instant Criminal Background Chech System” per vedere se se sei ”schedato” se non risulta nulla a tuo carico tu paghi il negoziante e l’arma è tua. Ci vogliono pochi minuti. Se tu compri da un privato poi non devi nemmeno passare attraverso il controllo FBI e la cosa è assolutamente normale.

Medicina per l’influenza
C’è un limite mensile per le medicine che puoi comprare al mese. Questo perché uno degli ingredienti è la pseudoephedrine che è anche un ingrediente per fabbricare droga, quindi vogliono esser sicuri che la medicina per il raffreddore non venga usata per ”altro”, per questo motivo è ”contingentata”.
Armi
Non c’è nessuna legge federale che limiti il possesso di armi. Puoi comprarne quante ne vuoi!

Divorzio
In alcuni stati affinchè tutte le pratiche per il divorzio siano completate si ”rischia” di aspettare fino a sei mesi. (Pensa un po’ ….)
Armi
Tu puoi comprare sia via Internet che di persona e non devi aspettare nulla per formalizzare l’acquisto. Ordini, paghi, prendi. A meno che tu non viva in alcuni stati in cui esiste un periodo di attesa, ma anche in questo caso l’attesa non è poi così lunga.  (vedi figura)

Schermata 2016-06-17 alle 07.46.52

Animali da compagnia
Per acquistare un cane o un gatto bisogna esser maggiorenni, dare una documento di identità, fornire personali referenze possibilmente con un testimone, inoltre l’agenzia che vi fornisce l’animale fa alcuni controlli a casa vostra, prima e dopo, per assicurarsi che l’ambiente in cui vivete garantisca il benessere del cucciolo adottato.
Armi
Nessuno controlla il posto dove vivete, nessuno domanda referenze personali, potreste essere anche ”matto la legare” … ma va bene lo stesso …

160616123414-easier-to-get-than-a-gun-exlarge-169

Posso capire che ognuno abbia  il sacrosanto diritto di difendersi, ma non sarebbe male che ci fossero dei controlli maggiori sull’acquisto di qualche cosa che è in grado di uccidere il nostro prossimo?

Eppure … la ”mina vagante” Donald Trump pensa che le restrizioni per ottenere armi negli USA siano attualmente esagerate!

Alla prossima

Elena

fonte: http://edition.cnn.com/2016/06/16/health/getting-gun-ease-trnd/index.html